fbpx
autovelox

Arriva il telelaser, la nuova arma dei vigili urbani

Noleggio Lungo Termine

Dalle auto agli scooter, passando per le moto. Tutti coloro che non rispetteranno i limiti di velocità saranno “prede” facili per il telelaser. Il nuovo strumento è entrato in azione sulla Pontina, strada ad alto scorrimento, considerata, anche, una delle più pericolose d’Italia, e in appena cinque ore gli agenti hanno scattato 220 fotografie di veicoli che procedevano a velocità superiore ai 90 Km/h, con punte di 190 km/h.

Così dopo la decisione della Cassazione di ridurre i tempi del “giallo” ai semafori, arrivano nuovi strumenti (sempre più tecnologici e precisi) per beccare gli automobilisti più indisciplinati. Ma non c’è solo il Telelaser a spaventare gli automobilisti più furbi. In molte città i vigili hanno in dotazione il “Targa System”. Nelle prime 2 ore di attività, alle porte di Roma, sono state notificate oltre 100 multe tra i circa 600 veicoli controllati: tra questi, 36 infrazioni sono state per circolazione con assicurazione scaduta e altre 48 per la mancata revisione del veicolo. Il suo funzionamento è davvero semplice: le telecamere leggono la targa delle automobili che si stanno avvicinando all’area in cui si trova la pattuglia è in servizio. A quel punto, il “Targa System” interroga i database collegati (ad esempio del Ministero dell’interno e della motorizzazione), i quali in meno di 3 secondi inviano agli agenti “vita, morte e miracoli” sui veicoli irregolari che stanno per raggiungerli, dando loro modo di estrarre la paletta e fermarli per un ulteriore controllo. Un sistema che può funzionare anche di notte, con la pioggia e in condizioni di visibilità scarsa. Oltre ai controlli su assicurazioni, revisioni e furti, il sistema segnala anche i veicoli inseriti nelle black-list o sottoposti a fermo amministrativo.

E a Roma è attivo anche lo “Street Control”, un super-vigile elettronico capace di fare fino a 6 multe al minuto. Anche questo strumento è dotato di telecamera che permette ai vigili urbani di immortalare le auto parcheggiate in doppia fila e in divieto o veicoli rubati.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin