Noleggio Lungo Termine vetture aziendali: un mercato in costante crescita

Noleggio Lungo Termine vetture aziendali: un mercato in costante crescita

Il mercato del noleggio lungo termine sembra aver imboccato la propria autostrada, tanto procede spedito con ritmi di crescita davvero importanti.
Già il 2014 infatti aveva visto il business NLT compiere un deciso passo in avanti rispetto al 2013, e il 2015 conferma in modo molto positivo questa crescita.

I dati del noleggio lungo termine del 2015

Tutto ciò trova conferma ufficiale nel 15° Rapporto ANIASA (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici) pubblicato a fine Maggio a Milano con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

I dati che emergono dallo studio sono incontrovertibili: nel 2015 sono 40.000 i veicoli commerciali in più presenti nelle flotte aziendali rispetto al 2014 (incremento del +7%) e soprattutto viene anche alla luce un altro aspetto tutt’altro che trascurabile; oggi non sono più soltanto le grandi imprese ad affidarsi al noleggio lungo termine per le proprie flotte auto, ma sempre di più stanno crescendo le percentuali di NLT per le medie e piccole aziende, i liberi professionisti e addirittura i privati.

Tabella riassuntiva noleggio a lungo termine ultimi 3 anni

Questo il quadro generale delineato schematicamente in alcune righe del report:
“Con un immatricolato di 317.000 unità, giunto a rappresentare quasi il 20% del mercato autovetture, una clientela forte e consolidata di 65.000 aziende e 2.700 PA e di 12mila contratti di noleggio al giorno per esigenze di breve termine, un fatturato che supera i 5,4 miliardi di euro: sono questi i numeri che riflettono un trend in ascesa, con graduale affermazione del concetto di utilizzo su quello di proprietà.”

E se il totale delle vetture commerciali (auto + furgoni) ha avuto nel 2015 un aumento in percentuale del 16%, se facciamo un focus sul segmento delle sole auto, l’incremento è addirittura del 18%, con un balzo in avanti di 30.000 unità. Questi dati, trasposti in ambito macroscopico, ci dicono che le nuove immatricolazioni per il noleggio a lungo termine rappresentano da sole il 12% di tutte le nuove vetture immesse sul mercato automobilistico.

distribuzione fatturato contratti noleggio tipologia veicolo

Per quanto riguarda la tipologia di vettura facciamo una nota speciale per il noleggio a lungo termine dei SUV (crossover e fuoristrada) che ha segnato un +6%, passando dal 15% al 21%, che si traduce in +40.000 unità immesse su strada. Questo dato è particolarmente significativo in quanto ci fa capire come il trend generalizzato dei SUV (basta vedere l’esplosione di modelli per tutte le più note marche di auto, da quelle di fascia media a quelle luxury) si sia riversato anche nel settore del noleggio.

I dati del 2016 sull’autonoleggio

I dati disponibili al momento sul 2016 confermano ancora il trend di crescita del mercato auto, che a Settembre segna per il 28° mese consecutivo un segno “più”, che porta i primi nove mesi di questo anno a chiudersi con un +17% circa rispetto agli stessi del 2015.
In questo contesto molto positivo volano anche le vendite di auto alle agenzie di noleggio a breve e lungo termine, che segnano rispettivamente un +78,9% e un +31%.

Le case automobilistiche che fanno registrare le maggiori impennate di vendita sono FIAT, Land Rover e Volkswagen. Per quanto riguardala motorizzazione crescono diesel, benzina, ibride ed elettriche, mentre si assiste ancora ad una leggera contrazione per le auto a metano e quelle a gpl.

Scenari futuri della mobilità

Forse è ancora presto per parlare di cambio epocale, ma i segnali che la mobilità stia cambiando ci sono tutti, soprattutto per ciò che riguarda il mutamento di mentalità, che sta spostando l’attenzione dei clienti dal concetto di proprietà a quello di utilizzo del veicolo (car sharing e noleggio le principali responsabili di questo cambio di paradigma).

Altro cambiamento molto importante è che il noleggio lungo termine sta interessando sempre di più anche le famiglie, dunque il settore mobilità dei privati, anche grazie al grosso sforzo che le agenzie di noleggio hanno fatto (e stanno facendo) per riorganizzare servizi e flessibilità contrattuali per andare incontro (e incentivare) questa nuova nicchia emergente.

Noleggio lungo termine per i privati

Ecco ancora alcune righe estratte dal report per quanto riguarda il trend NLT per i privati:
“E con il miglioramento dell’offerta da parte dei maggiori operatori, da poco presenti anche sui media televisivi, i risultati cominciano ad arrivare. Quasi in contemporanea con l’ultima parte della crisi, nell’ultimo triennio si è verificata una crescita del 300%, in pratica a fine 2015 sono oltre 10.000 i clienti privati, dotati quindi solo di codice fiscale, che si affiancano alle 65.000 aziende e 2.700 PA clienti del noleggio a lungo termine.”